Lavoretti fai da te per la festa del papà chi non li ha fatti almeno una volta?!

La nostra festa del papà, tra zeppole bigliettini da stampare e lavoretti fatti a mano insieme ai piccoli di casa.

Hai già preparato con i bimbi l’immancabile regalo fai da te per il 19 marzo?

 

Sabato scorso, dopo aver mandato via il papà con la scusa di farlo riposare un po’ dopo una settimana difficile, insieme ai bimbi ho preparato tutti i pensierini fatti a mano e incartato un grande classico tra i regali per la festa del papà.

Abbiamo trascorso la giornata tra pasta di sale, pennelli, colori, colla, cartoncini colorati e carta regalo.
Ci siamo sporcati, ci siamo stancati ma anche tanto divertiti.
La parte più difficile è stata convincere i bambini a non raccontare nulla a mio marito di quanto avevamo fatto insieme prima di domenica, per la buona riuscita della sorpresa alla festa del papà.

Non vedo l’ora sia la festa del papà per vedere la gioia dei bimbi mentre sveglieranno mio marito impazienti di fargli avere i bigliettini e i lavoretti che abbiamo preparato insieme.
Leggere la felicità negli occhi del papà mi fa emozionare ogni anno e dimenticare la fatica fatta per realizzare i regali con due bambini piccoli, perché sono tanto belli i bigliettini da stampare e i lavoretti fai da te per la festa del papà ma diciamoci la verità mamme, sono FATICOSISSIMI!

Spiega loro cosa devono fare, come lo devono fare, separali mentre litigano per lo stesso pennello, non farli picchiare perché lo vogliono fare dello stesso colore ma non basta per tutti, vogliono usare la stampante e mentre tu ti lanci sui fogli ancora lisci loro ne hanno già fatto una palla per giocare in corridoio… insomma si salvi chi può!

Sara e Teo iniziano ad essere curiosi, fanno domande e per ogni ricorrenza che si festeggi in casa nostra vogliono sapere il  perché, così sono andata a studiare per spiegare loro com’è nata la Festa del papà.

 

Le origini della festa del papà

La festa del papà è complementare alla festa della mamma e nasce all’inizio del XX secolo.

E’ una ricorrenza civile diffusa in tutto il mondo che festeggia in varie date dell’anno la paternità e i papà in generale.
La prima festa del papà, è attribuita all’iniziativa della signora Sonora Smart Dodd che, ispirata dal sermone ascoltato in chiesa durante la festa della mamma del 1909, sollecitò per la prima volta l’ufficializzazione della festa.

E fu’ il 19 giugno del 1910 a Spokane, Washington che la signora Dodd organizzò per la prima volta i festeggiamenti, scelse il mese di giugno perché era il giorno del compleanno di suo padre, un veterano della guerra di secessione americana.

 

Festa del papà in Italia, San Giuseppe

Come in molti paesi di fede cattolica, la festa del papà in Italia coincide con il giorno di San Giuseppe, padre putativo di Gesù.

San Giuseppe nella tradizione popolare e religiosa rappresenta l’esempio per eccellenza del padre amorevole e del marito devoto e per questo è considerato anche protettore degli orfani, delle giovani nubili e in generale dei soggetti più sfortunati e fragili della società.
Per questo motivo, soprattutto in passato, la festa di San Giuseppe veniva accompagnata da gesti di carità: ad esempio, in Sicilia il 19 marzo si usava (in alcuni posti si usa ancora) invitare i poveri a pranzo.

In Italia la festa del papà precedentemente dichiarata festa nazionale, fu poi abolita nel 1977, ma è rimasta una ricorrenza importante per le famiglie, un bel motivo per stare insieme e, soprattutto per i bambini, di festeggiare il loro papà.

Dopo questa digressione storico-culturale torniamo ai nostri lavoretti per la festa del papà!!

 

Lavoretti fai da te per la festa del papà

La Pietra Fermacarte!

  1. Cerca insieme ai bambini una pietra piuttosto grande (della dimensione circa di un uovo) che sia piatta sotto per poterla appoggiare sulla scrivania del papà.
    Cercarla insieme li rende partecipi alla preparazione del regalo e si sentiranno esploratori per un giorno!!
  2. Puliscila e lavala bene dalle impurità e dalla polvere.
  3. Lascia libero sfogo ai bambini… con pennelli e colori acrilici fagli dipingere la pietra.
  4. Lascia asciugare bene tutta la notte.
  5. Spruzza un fissativo spray per il colore e se ne sei sprovvista va bene della comunissima lacca per capelli (un trucco imparato al liceo artistico!)

E’ finita… ora decidi come farla dare al papà: incartata o messa in una scatolina come fosse un gioiello prezioso.

pietra fermacarte per la festa del papà

 

Fermacarte in Pasta di Sale di Teo.

  1. Al piccolo di casa, che quando vede fare qualcosa alla sorellona la deve imitare in tutto ho preparato della pasta di sale con il Bimby e gli ho fatto creare manipolando in autonomia il suo fermacarte.
  2. Ho dato anche a lui i colori acrilici e i pennelli per decorarlo.
  3. Ho fatto asciugare tutta la notte.

 

Fermacarte pronto!! Forse non è il lavoretto perfetto ma è pieno d’amore, che è quello che per noi più conta per la festa del papà.

ferma carte in pasta di sale

 

Bigliettini d’auguri per la festa del papà

Come ultima cosa abbiamo stampato e incorniciato i bigliettini con le frasi che insieme a Sara a Teo abbiamo scelto.

festa del papa bigliettini stampare

Due li abbiamo incorniciati e l’altro lo abbiamo incollato su un cartoncino colorato per accompagnare i lavoretti.

 

Scarica i PDF con i bigliettini per la festa del papà?

 

POTREBBE INTERESSARTI  GUADAGNARE CON I SOCIAL NETWORK: PROVA COME ME LOVBY!

Papà Patato

Papà Roccia

Papà cool

Papà Super

Comunque tra i tanti lavoretti fai da te per la festa del papà, anche quest’anno una bella cravatta di Calvin Klein (che non metterà mai…)  noi l’abbiamo incartata!!!

cravatte regalo per la festa del papà

E tu cosa regali alla festa del papà?

Commenti

commenta