Latte in polvere Vs Latte di mamma.

 

A parlare di latte in polvere si rischia sempre di essere fraintese e di sentirsi giudicate come mamme.
Ancora ricordo come mi sono sentita quando ho iniziato, ancor prima dello svezzamento, a dare il latte artificiale a Sara.
Poi ho capito di aver fatto la scelta giusta per tutti.
Ho capito che incaponirsi in un allattamento che non va nel verso giusto è solo controproducente.
Ho capito che darle il latte in polvere non voleva dire essere una cattiva madre.

Per motivi a me ancora sconosciuti non sono riuscita ad allattare Sara come avrei voluto e, dopo soli due mesi di allattamento misto, per la serenità di entrambe sono passata al latte artificiale, chiedendo al pediatra quale fosse il miglior latte in polvere.

Le prime volte inutile negarlo mi sentivo in difetto a non allattarla, ma quando la tua serenità non è più tale e a risentirne è tua figlia ti rendi conto che hai fatto la scelta migliore per tutti.

Grazie all’esperienza dell’allattamento mancato con Sara sono riuscita a vivere al meglio il passaggio dall’allattamento esclusivo di Teo a quello misto dopo i suoi sei mesi, con lui sono stata più fortunata (io credo ci sia una buona dose di fortuna, e poi bravura da parte della mamma) perché l’ho allattato in modo esclusivo fino ai 6 mesi.
Dopo i sei mesi abbiamo iniziato a non vivere più in simbiosi e passava qualche giornata con i nonni, così ho pensato di proporgli del latte in polvere nei momenti in cui ne facesse richiesta.
Avevo provato a tirarmi il latte per lasciargli come scorta il latte di mamma, ma non ne usciva nemmeno una goccia.

Così senza fissarmi nuovamente in una situazione stressante, a Teo in mia assenza i nonni davano latte in polvere di proseguimento Humana 2 (sempre sotto consiglio del pediatra).

Anche io, come L’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglio e sostengo l’allattamento al seno, ma senza demonizzare il latte artificiale, perché nel mio caso il latte in polvere è stato un grande alleato.

Humana mi ha conquistata per l’approccio naturale e l’attenzione alla crescita di ogni bambino senza forzature aggiunte.
Ho visto che ora Humana è anche NaturCARE, per aiutare i bimbi a crescere secondo il loro potenziale naturale.

Cosa vuol dire scegliere il latte in polvere Humana NaturCARE ?

Vuol dire beneficiare della fusione tra “Natura”, intesa come il rispetto dei ritmi naturali di crescita dei vostri bambini, e “CARE”, la cura che Humana riserva alla loro alimentazione.

CARE come:

Completezza, il latte Humana fornisce tutto il necessario per la crescita dei bimbi.
Attenzione, quella che Humana ha nel controllo della qualità durante tutta la filiera.
Rispetto verso i trattamenti industriali delle materie prime selezionate.
Esperienza, quella che ha Humana nel preparare latti artificiali partendo dal latte fresco di alta qualità.

Con Humana sono sempre stata tranquilla, il suo latte in polvere Humana 3 contiene ferro, Vitamina D per il naturale sviluppo delle ossa e dei denti, e acido linolenico per lo sviluppo cerebrale e del tessuto nervoso.

 

Teo e il latte in polvere

 

Dopo il latte di proseguimento Humana 2 siamo passati al latte di crescita Humana 3, questa volta in modo esclusivo perché per curarmi da un male che non ti lascia scelta, ho dovuto da un giorno all’altro smettere di allattare Teo al seno; per fortuna aveva già preso confidenza con il biberon e il latte in polvere, così non ha subito il brusco distacco forzato dal seno, che non è solo nutrimento ma anche coccola e consolazione.

Questi sono i semplici motivi per cui ho scelto il latte di proseguimento Humana NaturCare, io allattavo anche dando il biberon!#HumanaNaturCARE
Buzzoole

Commenti

commenta