All’inizio di ogni anno scolastico, come altre mamme , mi reco ad uno dei centri commerciali vicino alla zona in cui abito per acquistare il materiale didattico richiesto dalla scuola. Quest’anno, andando in uno dei supermercati Auchan, ho letto del progetto “Scuolafacendo” . Quando ho effettuato il pagamento alla cassa, ho chiesto maggiori informazioni e la commessa gentilmente mi ha spiegato di cosa si trattasse:è un progetto in collaborazione con Auchan, supermercati Simply e stazioni di servizio Eni, al fine di sostenere le scuole, con l’obiettivo di fornire materiali didattico utile alla vita quotidiana degli alunni e favorire l’educazione dei bambini con nuove attrezzature utili all’insegnamento e alla crescita dei piccoli e grandi alunni. Un progetto che va a colmare la difficoltà sempre più frequente delle scuole di reperire il materiale didattico, un progetto che favorisce l’istruzione e l’educazione. È aperto a favore di tutte le scuole materne, primarie e secondarie, indifferentemente se pubbliche o paritarie.

In cosa consiste il progetto SCUOLAFACENDO:

A partire dal 4 settembre 2017 al 19 novembre 2017, tutte le famiglie che effettuano una spesa presso gli ipermercati Auchan e Simply e le stazioni Eni aderenti, possono chiedere i codici scuola. Per ogni 15€ di spesa effettuata con scontrino unico, presso i punti vendita che espongono il materiale informativo, il cliente riceverà una Speedycard riportante un codice scuola che vale 1 punto scuola. Potranno ottenere anche punti scuola aggiuntivi utilizzando la tua Card. Infatti per ogni tot numero di punti sulla scheda si potranno riscattare un certo numero di punti scuola.Il medesimo punto scuola può essere acquisito con almeno 30€ di rifornimento, presso le stazioni Eni Station, che aderiscono al programma, presentando la carta You&Eni, o Latua!Card. In questo modo i clienti riceveranno 2 punti scuola. Una volta ricevuto lo scontrino con il punto scuola, i codici potranno essere consegnati direttamente alle scuole aderenti al progetto, introducendo gli scontrini negli appositi contenitori predisposti, oppure caricando il punto sul sito, seguendo le semplici istruzioni. Il programma terminerà il 31-1-2018 termine entro il quale il dirigente scolastico della scuola, potrà utilizzare tali punti accumulati, per l’acquisto di materiale scolastico e didattico presente all’interno del catalogo premi appositamente dedicato a questo progetto. Per il dirigente scolastico, aderire al progetto è semplicissimo: non deve far altro che registrarsi sul sito del progetto “Scuolafacendo” o utilizzare l’app apposita. Con pochi passaggi, immettendo i dati richiesti dal sito, la scuola aderirà all’iniziativa e potrà accumulare i punti scuola. Da mamma di due bambini vorrei sottolineare, non solo la semplicità di tale iniziativa, dato che almeno una volta a settimana ci rechiamo ad effettuare la spesa in un centro commerciale o in un supermercato, spendendo come minimo 20€, ma anche e soprattutto il vantaggio di far aderire la nostra scuola all’iniziativa. Trovo che sia sempre più importante la collaborazione tra le scuole e le famiglie. Ho sfogliato per curiosità il catalogo e al suo interno sono presenti svariatissimi prodotti, dai pastelli, alle penne, dai cartoncini per disegnare al pacchetto di plastilina per i lavoretti. Spesso questi materiali di consumo che forniamo alla scuola per la vita didattica dei nostri bambini, sono di difficile reperibilità per alcuni di essi. Anche se il singolo costo è basso, in un mondo come quello di adesso, anche risparmiare un euro può essere vitale per una famiglia che ha più di un bambino da mandare a scuola. Inoltre i supermercati Auchan affiancano il programma a una Speedycard, ovvero una cartolina con uno dei protagonisti del film “Cars 3”, (il cartone animato preferito di mio figlio), con l’aggiunta di bollini che accumulati portano altri regali ai nostri figli. Inoltre il vantaggio del progetto Scuolafacendo è quello di avere la possibilità di scegliere a chi attribuire il punto scuola ricevuto. Se il nostro istituto o i bambini della nostra scuola non hanno bisogno di contributi in materiale, possiamo liberamente scegliere a quale scuola attribuire i punti, entrando nel sito e selezionando una delle scuole aderenti al progetto. Trovo educativo far comprendere ai nostri figli il valore dell’iniziativa e il principio secondo il quale, anche un gesto come quello di accumulare un punto per volta possa essere una grande cosa a vantaggio di chi è meno fortunato. Invito quindi tutte le mamme che una volta alla settimana effettuano una spesa presso un supermercato ad effettuarlo almeno per il periodo in cui è attivo il progetto, presso uno dei centri convenzionati, in modo da contribuire all’iniziativa Scuolafacendo. Articolo in collaborazione con #AuchanItalia Buzzoole

Commenti

commenta