Quando in famiglia sta per arrivare un bimbo, la prima cosa a cui si pensa è la sua cameretta: per i primi tempi sarà necessario dotare la stanza di culla, fasciatoio, armadietto e cassettiere, utili a contenere tutine, pannolini, ma anche lozioni e tanto altro. Scegliere gli arredi ed il mood di una stanza per bambini non è semplice, tuttavia, non esistono regole precise: basterà semplicemente giocare con la propria fantasia!

Quando il bambino è ancora piccolo, è possibile seguire il proprio istinto e magari realizzare una stanza in tinte neutre, utilizzando beige, bianco, marrone, rosa, verde ed azzurro pastello. In seguito però, quando il piccolo crescerà e si renderà conto di tutto ciò che ha intorno, sarà opportuno seguire le sue preferenze, per farlo vivere in un ambiente che ritiene gradevole, rilassante, e soprattutto, che ha scelto lui stesso.

A seconda dell’età del bambino, la cameretta si trasformerà: da stanza neutra a camera personalizzata e colorata!

 

Le stanze dei neonati, oltre ad essere dotate degli arredi prima citati, devono anche avere al loro interno delle aree dedicate al gioco: è possibile, infatti, acquistare delle piccole palestrine, dei tappeti morbidi sui quali i piccoli possono gattonare ed anche dei box dove possono giocare in tutta sicurezza. Un occhio di riguardo deve essere dato ai componenti tessili, come le lenzuola, i cuscini ed i rivestimenti di culla e box.

La scelta migliore è quella di prediligere tessuti in cotone ed anallergici, morbidi e lavabili in lavatrice.

Quando i bambini compiono il primo anno di vita è già possibile cambiare la configurazione della stanza, posizionandovi, al posto della culla, un lettino Montessori. Qual’è la particolarità di queste strutture? I lettini Montessori sono pensati appositamente per i bimbi che iniziano a crescere e che sono pronti ad effettuare il passaggio culla-letto. Questi letti sono senza sbarre protettive, perciò, generalmente sono piuttosto bassi.

Tali modelli sono piuttosto costosi, ma è possibile realizzarne di propri, senza spendere molto: un lettino alla Montessori molto comodo ed economico può essere infatti realizzato con un semplice materasso appoggiato a terra; l’importante è che la stanza sia completamente a prova di bambino, ossia, che le spine siano coperte, che non siano presente mobili bassi e che gli angoli degli arredi siano protetti.

L’idea di dotare la stanza di un lettino Montessori è davvero ottima: in questo modo si dona al bambino un primo assaggio di libertà, rappresentato dalla rimozione delle protezioni laterali; il piccolo potrà così giocare ed esplorare autonomamente ed in lui cresceranno curiosità e spirito di avventura.

E’ importante fissare ogni mobile presente nella camera al muro ed acquistare i paraspigoli necessari, come anche un bloccaporta; infine, è opportuno mettere in sicurezza le eventuali finestre presenti.

 

Le stanze dei bambini devono essere comode, allegre ed anche spaziose: proprio così! Lo spazio in casa, si sa, non è mai abbastanza, ed è per questo che bisogna sfruttare ogni angolo con soluzioni ad hoc. Ad esempio, è possibile utilizzare un lettino con cassettone, per riporvi la biancheria pulita; oppure dotare la stanza di svariati contenitori in plastica colorata, sempre utili per raccogliere giocattoli, libri di fiabe e vestitini.

 

In una stanza per bambini non può mai mancare l’area gioco, che può essere semplicemente ricavata in uno spazio della stanza: posizionando un tappeto di medie dimensioni e posandovi sopra svariati giocattoli, tricicli, cubi e materiale per disegnare, il “gioco” è fatto.

 

In commercio esistono molte tipologie di camerette standard per bambini, alcune molto originali. I colori sono importanti, soprattutto, quando i piccoli crescono e diventano più consapevoli di ciò che li circonda. Cercate di trovare sempre un buon equilibrio cromatico, senza utilizzare tinte troppo forti, che stresserebbero i bimbi, né troppo neutre; le stanze complete che si trovano nei mobilifici sono perfette per i bambini, perché dotate di ogni comfort e componente: un lettino con sopra l’armadio spazioso, una bella scrivania con mensole, tappetini centrali per giocare e magari anche una scaletta graziosa che conduce ad un letto a castello con le sponde.

Una soluzione davvero ottima potrebbe essere quella di acquistare un letto a castello e di posizionarvi al di sotto una bella scrivania, in modo che questa sia ben illuminata dalla finestra; un ambiente simile è perfetto per i bambini che frequentano le elementari e che iniziano a studiare e ad essere sufficientemente autonomi.

I lettini a scomparsa sono un’altro elemento immancabile nella stanza di un bambino: la comodità di tali strutture è proprio il loro minimo ingombro.

Durante i primi anni della loro vita i bambini passano molto tempo nella loro stanza: proprio per questo è fondamentale metterla in sicurezza e, nel contempo, renderla priva di “ostacoli” che possano limitare i piccoli. Mano a mano che questi cresceranno, vi proporranno eventuali cambiamenti di arredo e di colore: la miglior cosa è cercare di accontentarli ed ascoltarli, per renderli davvero felici!

Articolo a cura di Denise Carulli.

 

Commenti

commenta