Devo solo fare 500 metri!!
Lo tengo davanti in braccio così non piange!!
Durante un lungo viaggio creo un letto con i cuscini nei sedili posteriori!!
Ai miei tempi nemmeno si usava e siamo ancora qui!!

Queste sono solo alcune delle tante scuse che ho sentito ogni qualvolta parlavo delle difficoltà di viaggiare in auto con i miei bambini legati sul seggiolino.

Ovvio che se non lo lego non piange… ma sto facendo la cosa giusta?!?

NO ASSOLUTAMENTE NO!!

Perché lo devi richiamare in continuazione ai giardinetti se corre, se suda, se cade con il classico finale “che ti fai male” e poi in auto, dove davvero si può far male (e tanto) non lo proteggi correttamente??

Sei una futura mamma o una neo mamma, o semplicemente come me con le idee confuse a seguito della nuova normativa sulla sicurezza dei bambini in auto?
Ti sarà sicuramente d’aiuto quanto ho appreso durante un corso tenuto dalla ditta Cybex  azienda che risulta tra le eccellenze in merito alla sicurezza dei loro prodotti.

 

LE NUOVE NORME SULL’OMOLOGAZIONE DEI SEGGIOLINI AUTO:

Da luglio 2019 sarà obbligatorio per i bambini di età inferiore ai 4 anni un seggiolino auto anti abbandono.
Seggiolini con sensori particolari che avvisano il genitore quando si allontana dall’auto senza far scendere il bambino.
La normativa è chiara, siamo ancora in attesa di capire la vera attuabilità con le sue sanzioni e gli eventuali sgravi fiscali pensati a chi dovrà affrontare nuovamente la spesa già sostenuta per il seggiolino auto.

TIPPY PAD dispositivo anti abbandono
3.555 Recensioni
TIPPY PAD dispositivo anti abbandono
  • Sistema anti abbandono Conforme alla legge 122/2019 facilmente installabile...
  • Il cuscinetto, posizionato sul seggiolino, rileva la presenza del bambino...
  • Se l’adulto non torna indietro entro 40 secondi, partono in automatico 2...
  • Senza fili, durata della batteria 4 anni con un uso medio di 2 ore al...

Dal 2017 sono entrate in vigore le nuove norme sull’omologazione dei seggiolini auto per bambini (ECE R-44 E NORMATIVA I-SIZE) al fine di aumentare la sicurezza dei più piccoli.

Sono entrambe in vigore, ma se stai per scegliere adesso un seggiolino auto fai riferimento alla Normativa I- SIZE in quanto ha dei parametri di sicurezza maggiori.
(Se devi comprarti un cellulare nuovo, non scegli sicuramente un modello che sai già essere obsoleto giusto? Non fare questo errore con la sicurezza del tuo bambino)

infografica nuove normative seggiolini auto

infografica Cybex

I dati riguardanti gli incidenti dove sono coinvolti e feriti dei bambini sono allarmanti: si parla di 11 mila feriti all’anno.

Il maggior numero di incidenti avviene su strade urbane, e il 40% di quelli mortali capita in tragitti inferiori ai 3Km.
(Pensaci quando credi che siccome farai poca strada puoi anche non legare il bambino in maniera corretta)

L’utilizzo del seggiolino è obbligatorio per legge fino ai 150 cm, 36kg, (12 anni) e non è un optional che il genitore può decidere di montare o meno.

Spesso la causa di questi comportamenti scorretti è la disinformazione dei genitori unita alla confusione e poca chiarezza sulle nuove normative che hanno i commessi dei negozi dove ci si rivolge per l’acquisto.

Quando sono diventata mamma per la prima volta, non avevo idea di cosa comprare e lo ammetto, ho fatto molti errori, che però non ho più ripetuto con la nascita di Teo.

I DIVERSI SEGGIOLINI AUTO IN BASE AL PESO, ETA’ E ALL’ALTEZZA:

Le tipologie di seggiolini sono davvero tante e può non essere facile scegliere tra i diversi modelli e in più molti genitori si chiedono: ” fino a quando dovrò utilizzare il seggiolino per mio figlio?
La risposta è semplice e chiara: è obbligatorio fino ai 150 cm di altezza (12 anni) e sono vietati i booster di rialzo per tutti i bambini con un’altezza inferiore ai 125 cm.
Questo perché il rialzo non offre alcun tipo di protezione laterale in caso di collisione.

i diversi tipi di seggiolini auto

La normativa in vigore classifica i seggiolini auto in 5 categorie differenti in base al peso e queste sono:

Seggiolini auto Gruppo 0 ( dalla nascita fino ai 10 kg)

Il gruppo 0 è la famosa “navicella” che permette ai bambini di viaggiare in posizione sdraiata con le apposite cinture e va posizionata in senso longitudinale di marcia sui sedili posteriori.
Rientra nella normativa attualmente in vigore, (pertanto non sarete soggetti a multe in caso di controllo) ma non è assolutamente sicura, in caso di incidente non protegge adeguatamente il capo del neonato che potrebbe subire i traumi della sindrome da scuotimento.

Seggiolini auto Gruppo 0+ (dalla nascita fino ai 13 kg)

Per un neonato la maggiore sicurezza è data dall’ovetto che fa parte del gruppo 0+, si utilizza dalla nascita, con apposito riduttore, in senso contrario di marcia sul sedile posteriore, fino ai 13 kg e va cambiato quando la testa del bambino, in altezza, non è più contenuta nelle apposite protezioni e si trova a ridosso del bordo superiore.
E’ sbagliato pensare infatti, che il bambino sia diventato troppo grande per il suo seggiolino, quando i piedi iniziano a sporgere dalla seduta perché bisogna sempre controllare la testa, che è la parte più delicata. Un’ errore molto frequente è quello di installare l’ovetto nel senso di marcia.

Seggiolini auto Gruppo 1 (dai 9 ai 18 kg)

Il gruppo 1 si utilizza dai 9 ai 18kg e va posizionato sul sedile posteriore in senso di marcia. Può essere attaccato con la cintura o con l’attacco Isofix. La cintura deve essere ben tesa affinché il seggiolino auto sia ben ancorato e non si possa spostare, se scegli l’attacco Isofix avrai meno margine di errore durante il montaggio.

Seggiolini auto gruppo 2 (dai 15 ai 25 kg)

Per quanto riguarda il gruppo 2, sono seggiolini per bambini da 15 a 25 kg e sono dotati di braccioli e schienale. Lo schienale è reso obbligatorio fino ai 125 cm di altezza, vanno montati nel senso di marcia sempre sul sedile posteriore (o almeno più a lungo possibile).

Seggiolini auto gruppo 3 (dai 22 ai 36 kg)

Dopodiché si utilizzano i seggiolini auto gruppo 3 che vanno fino ai 36 kg (circa 12 anni) e sono dei veri e propri adattatori di rialzo senza schienale e senza braccioli.
(Anche questi come la navicella sono a norma ma non completamente sicuri secondo i parametri della nuova normativa I- SIZE, la quale consiglia sempre di utilizzare il seggiolino con lo schienale e protezioni laterali. Solo i genitori sanno quale supporto è quello giusto per far viaggiare i bambini sicuri).

Entrambi i seggiolini del gruppo 2 e 3 vanno montati in senso di marcia e non dispongono più di cinturini integrati in esso poiché si utilizzano le cinture di sicurezza già presenti nella macchina.

 

LE 10 REGOLE PER LA SICUREZZA DEI BAMBINI IN AUTO:

Purtroppo, non è sufficiente avere il giusto seggiolino auto per essere al sicuro durante il viaggio. Ci sono altre regole per viaggiare sicuri, eccole qui di seguito:

POTREBBE INTERESSARTI  Il Bello delle Blogger oggi è : Italian Food And Style

1) Il SEGGIOLINO deve essere MONTATO CORRETTAMENTE e non solo “appoggiato” sul sedile, perché c’è il rischio che alla prima curva si ribalti con il bambino sopra.

2) Le CINTURE del seggiolino o dell’ovetto, devono essere ben ADERENTI AL BAMBINO e non larghe e cascanti sulle spalle.
Anche legare il bambino con addosso il giubbotto invernale è scorretto, così facendo non assicuri il bambino alle cinture ma il giubbotto dal quale in caso di incidente scivolerebbe via.

3) NON POSIZIONARE IN SENSO DI MARCIA il neonato fino ai 9 Kg ma sicuramente non prima dei 12 mesi, la massima sicurezza si ottiene nel sedile centrale posteriore rivolto in senso contrario di marcia.
Sai qual’è il posto ritenuto meno sicuro? Quello anteriore, quello dove quasi tutte le mamme scelgono di mettere l’ovetto perché poter avere un colpo d’occhio sul bambino ci fa sentire tranquille.

NON DOBBIAMO ESSERE TRANQUILLE NOI, MA ESSERE SICURO LUI!!

4) Prediligi il sistema ISOFIX che è un sistema universale di ancoraggio di cui tutte le auto del giorno d’oggi sono dotate, che permette di fissare in modo meccanico il seggiolino direttamente alla carrozzeria dell’auto. Il sistema ISOFIX garantisce maggiore sicurezza, rispetto ai seggiolini fissati solo con le cinture; in più questi seggiolini sono dotati di maggiore stabilità ed è ridotta la possibilità di un’installazione errata. E riguardo a quest’ultimo punto ne so qualcosa perché mi è capitato diverse volte di dover montare il seggiolino auto di mio figlio e pensando di averlo montato nel modo corretto, ho poi scoperto che durante il viaggio “ballava” nelle curve.
Inutile dire che appena ho scoperto la possibilità dell’isofix ho cambiato entrambi i seggiolini.

5) Ricordati che anche I SEGGIOLINI AUTO INVECCHIANO, anche se vi sembrano perfetti. Iniziano a diventare obsoleti dopo circa 4 anni quindi ricordate di sostituirlo per il vostro terzo figlio.

6) E’ importante ADEGUARE IL SEGGIOLINO ALLA CONTINUA CRESCITA DEL BAMBINO, infatti una volta che il seggiolino auto diventa troppo piccolo per il peso e la dimensione del bambino non è più considerato sicuro.

7) Utilizzare i seggiolini auto è OBBLIGATORIO PER LEGGE fino ai 150 cm, 36kg.

8) NON SLEGARE mai, per nessun motivo, IL BAMBINO dal seggiolino, anche se piange o se il tragitto da fare ti sembra è breve.
Piuttosto, se il bambino non accenna a calmarsi, fermati per capire quale sia il problema.

9) POSIZIONA il SEGGIOLINO SUI SEDILI POSTERIORI, meglio al centro o a destra.
Se proprio devi mettere un figlio davanti, posizionaci il bambino più grande con il seggiolino in senso di marcia, sposta il sedile più indietro possibile e lascia attivo l’Airbag.

10) MAI TENERE I BAMBINI IN BRACCIO, in un incidente ai 50 Km/h (velocità che pochi rispettano) un bambino di appena 11 Kg è come se pesasse 156 Kg.
Sei sicura di essere così forte da trattenerlo? Riusciresti a proteggerlo meglio del seggiolino auto?

QUANDO CAMBIARE IL SEGGIOLINO AUTO?

In genere molti genitori sono confusi riguardo a quando abbandonare l’ovetto: bisogna ripetere il concetto che non bisogna tenere in considerazione i piedi che sporgono dalla seduta, bensì la testa.
Quando quest’ultima non è più contenuta nelle apposite protezioni, allora è il momento di passare ad un nuovo seggiolino auto.

Per capire quando passare al gruppo 2/3, bisogna controllare che la testa del bambino sia allineata in modo perfetto con le relative protezioni e che la cintura di sicurezza passi sulla spalla senza poggiare sul collo.
Molte famiglie, specie se con due o più figli, possono trovarsi in difficoltà per il costo dei seggiolini auto.
Vi assicuro che al giorno d’oggi ci sono seggiolini auto validissimi e che non costano eccessivamente.
Inoltre moltissimi brand danno la possibilità di acquistare un seggiolino auto che va dai 9 mesi ai 12 anni limitando in questo modo la spesa.

Se ti hanno consigliato di acquistare un seggiolino auto di seconda mano, devi tenere in considerazione alcuni accorgimenti: innanzitutto è dovere controllare in modo approfondito il modello. Questo non deve avere crepe, nemmeno piccole perché con il tempo si potrebbero espandere, compromettendo il corretto funzionamento del seggiolino auto. Ricordatevi che i seggiolini iniziano a diventare obsoleti già dopo 3-4 anni, quindi leggete attentamente l’etichetta che non deve essere inferiore a ECE-R-44/03. Per ultima cosa fai attenzione all’acquisto di un seggiolino di origine sconosciuta perché potrebbe essere stato coinvolto in un incidente e quindi non è più idoneo all’utilizzo.
UN SEGGIOLINO AUTO INCIDENTATO NON E’ PIU’ SICURO!

GLI ERRORI DA NON FARE E L’IMPORTANZA DI UN CORRETTO MONTAGGIO:

Al giorno d’oggi ci sono davvero tanti modi per essere informati riguardo la sicurezza in auto: siamo dotati di seggiolini di ottimi modelli che sono il frutto dell’impegno e dello studio di numerosi esperti nel settore. Online e sui siti dei più famosi brand ci sono video che illustrano cosa può accadere in caso di urto e collisione con un seggiolino non omologato e obsoleto, non esistono più scuse per non adeguarsi alle regole e alla normativa vigente.

Fondamentale, ed è utile ripeterlo al fine che il messaggio entri in testa davvero a tutti , i bambini che viaggiano in macchina devono sempre stare legati correttamente ad un seggiolino che sia adeguato alla loro età e al loro peso, dalla nascita ai 12 anni compiuti (o fino al raggiungimento dei 150 cm).

Legati correttamente si intende anche che il bambino assuma un posizione corretta con la testa appoggiata sul poggiatesta e le braccia sui braccioli, nessuna posizione storta o cinture cascanti per farlo stare più “libero”.
Se non siete dotati del sistema ISOFIX accertatevi che il seggiolino sia montato in modo corretto, stabile, con una cintura ben tesa.

Genitori, nonni, parenti, che andate nei negozi per acquistare seggiolini auto cercate di essere già un minimo informati, al fine di fare un acquisto consapevole e adatto alle vostre necessità.

Detto questo, se tu, mamma, papà, nonna, ecc ti chiedi ancora perché bisogna utilizzare il seggiolino auto, o perché bisogna prestare cosi attenzione a tutti questi dettagli durante l’acquisto e il montaggio, la risposta è semplice e chiara: il seggiolino auto, se usato nel modo corretto, salva la vita!
E questo per me è abbastanza, non solo per usarlo, ma per farlo nel modo corretto.

Durante il corso sulla sicurezza in auto e sul primo intervento in caso di disostruzione pediatrica, ho portato anche mia figlia Sara che a soli 5 anni ha seguito con molto interesse quanto spiegato dagli esperti, e mi ha stupita quando la sera ha detto: “mamma adesso ho capito perché mi leghi sempre così stretta sul seggiolino in auto, se sbattiamo, i bimbi non legati volano via e possono morire.”

Solo con la consapevolezza possiamo cambiare il mondo.
Ogni bambino se sapesse davvero cosa rischia, ti direbbe :” Ma dove vai senza legarmi!!!”

Commenti

commenta