Sembra ieri che tenevo tra le mani il test di gravidanza con il tanto desiderato positivo.
Sembra ieri che il mio mondo si tingeva di tutti i colori più belli dell’universo.
Sembra ieri che ero figlia e non madre.
Poi in un attimo mi ritrovo ad oggi.
Sono una donna dalla lacrima facile e,  guardando questo video, appena ho riconosciuto la canzone di Luca Barbarossa “Mamma portami a ballare… uno di quei balli antichi, che nessuno sa fare più!” mi sono ritrovata a singhiozzare come una bambina.
 festa della mamma 2018
E’ vero! So che Teo crescerà, ma non ho mai pensato a quanto sarebbe stato doloroso.
Si perché care mamme, il pensiero che i figli ci lasceranno per intraprendere la loro vita è doloroso.
Me ne rendo conto soltanto adesso che sono mamma, perché prima quando ero solo figlia non pensavo minimamente a cosa provava mia madre.
Non pensavo al dolore che potevo procurarle dicendole mille volte  “Io voglio andare via di casa” oppure “Voglio andare a vivere sa sola”.
Mi ritrovo spesso a pensare a come sarà da grande.
A chi somiglierà di più nel carattere e nei gesti.
A cosa vorrà fare.
Dove andrà a vivere.
A quando adolescente si arrabbierà per i miei divieti
Mi ritrovo a pensare molto spesso a quando un giorno lui tornerà a casa con la donna della sua vita, e quella donna non sarà più io.
Io che adesso vengo rincorsa per essere riempita con baci appiccicosi che sanno di caramelle alla fragola.
Io che al sussurro di “Mamma ti voglio bene quanto il cielo” ho il cuore che si scioglie d’amore.
Però è giusto che anche tu tesoro mio abbia dei sogni.
E  giusto che tu li rincorra e li possa realizzare.
Perché in fondo il sogno dei genitori altro non è che veder felici i propri figli.
corri lontano amore di mamma
Quindi piccolo mio corri… Corri più lontano possibile e realizza tutti i tuoi sogni.
Un giorno però amore mio, permettimi un ballo insieme quando i tuoi sogni diventeranno realtà.
Per ora ti prometto che ce la metterò  tutta e proverò ad essere la migliore delle mamme!

Commenti

commenta