Conosci le proprietà del Topinambur?

Il Topinambur, è un tubero con molte proprietà benefiche, un ottimo amico per le future mamme e alleato durante lo svezzamento.

Il topinambur, conosciuto anche come rapa tedesca o carciofo di Gerusalemme, è un alimento, poco conosciuto e poco utilizzato in cucina.

Le proprietà del topinambur sono tante e alla futura mamma servono tutte!! E’ così versatile, che lo si può utilizzare in moltissime ricette, cotto o crudo a seconda dei gusti.

Ho scoperto le proprietà del topinambur durante la gravidanza, dovendo rivedere il mio regime alimentare, dovevo usare il più possibile alimenti nutrienti e poco calorici; l’ho poi utilizzato durante lo svezzamento e continuo tutt’ora a proporlo in varie forme alla mia famiglia durante le cene!

Le maggiori proprietà del Topinambur:

  • E’ in grado di abbassare i livelli di glicemia, quindi ottimo per chi soffre di diabete. In gravidanza spesso il diabete è uno spauracchio ecco un buon motivo per cucinarti più spesso piatti con il topinambur.
  • Ottimo anche per chi ha carenze di ferro, un mio problema cronico, ho sempre i valori del ferro ai minimi storici, e mangiare il topinambur mi aiuta a mantenerli buoni, soprattutto in gravidanza quando il bambino che cresce in te ne consuma una buona parte.
  • Contiene vitamina A e vitamine del gruppo B.
  • Contiene potassio utile per limitare i fastidiosissimi crampi durante la gravidanza.
  • Contiene altri sali minerali come il fosforo, calcio e magnesio.
  • E’ un alimento ipocalorico, in quanto contiene l’80% di inulina che facilita la digestione; e chi, in gravidanza non ha difficoltà digestive!
  • Contiene anche la vitamina H che, resiste ad ogni cottura, e aiuta a prevenire il senso di stanchezza e i dolori muscolari.
  • E’ energetico, grazie al lactobacillus che contiene, il topinambur è perfetto anche per le mamme che allattano.
POTREBBE INTERESSARTI  BUDDHA BOWL: come preparare un piatto fresco e leggero

Ha un sapore delicato, un misto tra il carciofo e la patata.
E’ facile da conservare, dura in un luogo fresco e asciutto per quattro o cinque giorni e se, come si dice dalle mie parti diventa gnecco, basta metterlo per un po’ in acqua fredda e si riprenderà perfettamente.
E’ facile anche da pulire, basta passarlo sotto l’acqua corrente e strofinarlo con una spazzolina.

Segui nella sezione delle ricette cosa preparo con il topinambur.

 

Commenti

commenta