Traslocare con i bambini??!?!?
Che coraggio, il trasloco con due bambini piccoli sarà un incubo! Non ti invidio. Poi mi dirai se non ho ragione! Non vorrai più cambiare casa.
Mi dicevano tutti.

Quello nessuno mi ha mai spiegato ma che ho imparato sulla mia pelle, è come cercare di affrontare un trasloco senza stress, come aiutare i bambini ad elaborare un cambiamento così grande per loro.

Cambiare casa per i bambini è un vero e proprio distacco, che non soltanto può essere stressante e difficile, ma che può anche influenzare lo stato d’animo dei bambini, i quali sono particolarmente fragili.
E’ passato meno di un mese da quando abbiamo messo la nostra vita in scatolata dentro un magazzino, abbiamo traslocato separandoci dalla casa dove i piccolini sono nati e cresciuti, e per qualche tempo saremo ospiti dai nonni finché la casa con il giardino dei nostri sogni non sarà finalmente pronta.

I bambini, infatti, sono abitudinari e territoriali, e sono talmente tanto abituati alla vecchia casa che, potrebbero non prendere bene l’idea di separarsi definitivamente da essa, risultando tristi e intrattabili, potrebbero anche avere delle piccole regressioni sul cibo, sulla nanna, potrebbero richiedere il ciuccio se lo hanno lasciato da poco, ma non ti preoccupare dopo un breve periodo di assestamento tutto tornerà come prima.

Basta qualche accorgimento per trasformare un trasloco con i bambini in un’esperienza memorabile, riuscendo ad affrontarla insieme ai piccoli con coraggio ed entusiasmo.

Come traslocare con i bambini in 10 mosse senza stress

come aiutare i bambini a traslocare

1. Parlare con i bambini del cambio casa

Per evitare che i più piccoli subiscano dei traumi a casa di un trasloco inaspettato e non voluto, è necessario parlare con loro fin da subito. In questo senso, devi ricordarti che i piccoli amano quando vengono trattati da adulti, perciò, spiega loro la situazione con pazienza e delicatezza.
Affrontare il trasloco insieme è senza dubbio un’esperienza piacevole e nuova, non deve diventare motivo di stress anche per i tuoi bambini.
Racconta loro quali sono le motivazioni principali del trasloco e preparali immediatamente a ciò che accadrà nei giorni successivi.
E’ importante mostrarsi entusiasti e felici di questo cambiamento: solo in questo modo sarai in grado di trasmettere sensazioni positive ai bimbi, che di conseguenza prenderanno con ottimismo questa scelta.

2. Coinvolgere i bambini nelle fasi del trasloco

I bambini amano essere coinvolti nelle cose che facciamo, in particolare se si tratta di scelte importanti come un trasloco e cambiare casa. Perciò, diventa essenziale parlare con i nostri figli e chiedere loro dei consigli o dei pareri su quella che sarà la nuova casa. Non lasciarli mai all’oscuro delle vostre decisioni, ma piuttosto coinvolgili, facendoli sentire parte della famiglia e dando peso alle loro opinioni.
Prova a discutere con loro anche sui dettagli che ti sembrano poco importanti: quando i bambini si sentono apprezzati e considerati, collaborano con maggiore facilità e non ostacolano le decisioni prese dai genitori.
Una buona idea potrebbe essere quella di coinvolgere i bambini anche durante le operazioni concrete inerenti al trasloco, magari impacchettando le loro cose tutti insieme, chiedi il loro aiuto e aiutatevi a vicenda.

Io ad esempio, per organizzare il trasloco ho chiesto ai bambini durante la preparazione delle scatole dei giochi, di scegliere solo quelli che amavano di più, e lasciare gli altri giocattoli ai bimbi che sarebbero andati al loro asilo il prossimo anno. A dispetto dei miei timori iniziali, sono stati molto felici di questa iniziativa alla quale hanno partecipato con generosità ed entusiasmo.

Offerta
Luca cambia casa. Ediz. illustrata
Oud, Pauline (Author)
14,95 EUR −0,75 EUR 14,20 EUR

3. Far conoscere la nuova realtà abitativa

E’ consigliabile parlare con i propri figli della nuova casa, fin da subito. I bambini vogliono e desiderano conoscere quale sarà la nuova casa, come è costituita, quali sono i cambiamenti che ci saranno, rispetto a quella vecchia. Aggiornateli su eventuali cambi di programmi e rendeteli partecipi delle vostre idee e dei vostri pensieri. I piccoli amano conoscere le novità e far parte delle scelte dei propri genitori, soprattutto se viene spesso chiesto il loro parere.
Se non siete d’accordo su qualcosa, (Sara chiede sempre di mettere una cucina GIALLA!) non imponetegli mai la vostra decisione: piuttosto, spiegate loro con pazienza e delicatezza quali sono stati i motivi che vi hanno portato a fare quella scelta. I bambini spesso fanno i capricci, ma sono in grado di capire ed ascoltare molto bene i nostri discorsi. Nel momento in cui gli verrà spiegato il motivo per cui la famiglia ha deciso in un certo modo, si renderanno immediatamente conto di ciò che sta accadendo.

POTREBBE INTERESSARTI  Ho bisogno di una baby-sitter (ovvero “di soverchianti dubbi su come lasciare i propri figli”)

4. Fargli immaginare la nuova casa

come affrontare il trasloco con i bambini

Un ottimo passatempo prima del trasloco può essere quello di giocare insieme ad immaginare quali sono le cose belle e i lati positivi della nuova casa. Raccontate e, se possibile, mostrate ai vostri bambini quali sono le caratteristiche della futura realtà abitativa, immaginando insieme come sarà vivere all’interno della nuova casa.
Ascoltate i loro pensieri e lasciate che diano libero sfogo alla loro fantasia: in questo modo cominceranno subito ad amare la nuova realtà abitativa e non vedranno l’ora di trasferirsi.

5. Celebrate il distacco dalla vecchia casa

I bambini hanno bisogno di percepire il trasferimento nella nuova casa, come un evento meraviglioso e pieno di sorprese, per evitare di subire traumi dovuti al distacco dalla vecchia dimora.
Per questo, è consigliabile celebrare il giorno in cui ci si separa dalla precedente abitazione per spostarsi in quella nuova. Magari, potete scegliere di andare a mangiare una pizza tutti insieme, oppure potete guardare un film che piace ai vostri bambini.
Scegliete un’attività che coinvolge particolarmente i vostri figli e, attraverso essa, celebrate il trasloco in famiglia. E’ possibile perfino organizzare una piccola festicciola.

Noi abbiamo celebrato il trasloco insieme agli amici di sempre e i loro figli, promettendoci di riprendere appena casa nuova sarà disponile il via di pranzi e giochi in giardino.

6. Dare priorità alla cameretta dei bambini

arredare la cameretta dopo il trasloco

Una volta che vi sarete spostati nella nuova casa, non dimenticare di dare assoluta priorità alla cameretta dei bambini. Se sarà possibile, permetti loro di scegliere quale stanza preferiscono, oppure magari coinvolgili nel decidere come risistemare l’arredamento. Assicurati che capiscano che la loro stanza è una delle più importanti all’interno della nuova casa e che si sentano considerati e amati.

7. Mantenere la routine quotidiana durante il trasloco

Affrontare un trasloco con due bambini è senza dubbio molto stressante, ma per evitare che i piccoli subiscano traumi, è necessario cercare di mantenere il più possibile invariate le precedenti abitudini della famiglia.
In particolare, la routine di cenare insieme e di accompagnare i bambini a letto non deve subire modifiche, per non alterare l’equilibrio della famiglia.

Offerta
Il trasloco di Tina e Milo. Ediz. illustrata
Oud, Pauline (Author)
10,95 EUR −0,55 EUR 10,40 EUR

8. Continuare a frequentare la vecchia zona

Se come nel nostro caso, il cambio casa prevede il cambio zona o più lontano ancora, è importante non tagliare i contatti che i bambini vivevano quotidianamente prima del trasloco.
Se i tuoi figli avevano degli amici o parenti nella vecchia zona, sarà importantissimo continuare a frequentarli, per evitare che i piccoli sentano di essersi separati irrimediabilmente dai loro affetti.
Insomma, dovrai impegnarti nel cercare di mantenere invariate tutte le abitudini principali che la vostra famiglia aveva prima del trasloco.

9. Fare nuove amicizie

Non solo per i bambini, ma per il bene della famiglia è importante fare nuove amicizie, legate al territorio e alla nuova casa.
Cerca di farli sentire subito a proprio agio all’interno del nuovo quartiere, incentiva gli incontri con altri bambini della loro età.

Noi vorremmo organizzare una festa di benvenuto per presentarci a tutti i vicini.

10. Aiutarli ad ambientarsi

E’ molto importante che aiutiate i vostri figli ad orientarsi all’interno del nuovo quartiere. Per i primi tempi, potrete organizzare delle piccole passeggiate di famiglia, per aiutarli a conoscere ed apprezzare sempre di più l’ambiente circostante.

Per concludere in bellezza un trasloco con i bambini, la parola d’ordine è: giocate con loro, insieme leggete dei libri che li aiutino a capire cosa vuol dire cambiare casa.

Offerta
La mia nuova casa
Altés, Marta (Author)
12,90 EUR −0,65 EUR 12,25 EUR

Non lasciarli mai all’oscuro di ciò che sta accadendo: i piccoli sono parte della famiglia e ti stupirà il loro entusiasmo nel collaborare, potrai così tirare un sospiro di sollievo e dire “traslocare con i bambini si può!”.

Commenti

commenta