Lunchbox… e i tanti nomi:

La Lunchbox mi ricorda le estati dell’infanzia dove vedevo ogni mattina mia nonna che con amore la riempiva e salutando il nonno mentre usciva per andare al lavoro gliela poggiava tra le mani.

schiscetta

Solo che mia nonna la chiamava Baracchino.

Sò che in milanese si dice Schiscetta.

In Italiano non dialettale è conosciuto come Gavetta.

In Sicilia (grazie a Twitter) apprendo che si chiama Truscitedda.

Ogni posto un nome diverso per descrivere quello che possiamo definire il porta pranzo.

Ormai tutti la chiamiamo con l’inglesismo LUNCHBOX.

Tu come chiami il  porta pranzo per le gite fuori porta dei tuoi bimbi?

Quando mi hanno comunicato che i primi giorni di settembre all’asilo di Sara non sarà ancora attivo il servizio mensa, e che dovranno i genitori a provvedere per il pasto, sono ovviamente entrata in modalità mamma ansiosa…come posso fare?!?!

Ho risolto grazie a Petit Fernad e al suo porta pranzo personalizzabile per bambini.

Quale migliore occasione di mettere il cibo in un posto sicuro, dove si manterrà fresco e gustoso fino al suo consumo.

Non mi resta che decidere il menù per riempire la lunchbox!
In questi giorni per prendere confidenza con questa novità la usiamo così… cambiando ogni giorno il cibo che la sua bimba porta all’asilo.

Pappa per asilo

Sono sempre attenta all’alimentazione dei miei figli e per me è molto importante che i contenitori dove vengono riposti siano igienici, sicuri e senza BPA. Inoltre se come per questa lunchbox il materiale con cui è costruita è riciclabile al 100% ancora meglio.

POTREBBE INTERESSARTI  Come proteggere i bambini dal sole

La lunchbox è composta dal contenitore principale e due piccoli scomparti che all’occorrenza si possono inserire; al di sopra si puo’ posizionare il ripiano bento che separa gli alimenti. Infine è dotata di una tavoletta refrigerante che aiuta a mantenere freschi gli alimenti e un coperchio impermeabile che si fissa con quattro clip.

Da non sottovalutare la possibilità di poterla smontare completamente e lavare in lavastoviglie. Ovviamente questa lunchbox è anche adatta all’uso nel forno a microonde.

Cosa volere di più?

Se trovo chi prepara i pasti ho fatto bingo!!

La lunchbox si puo’ personalizzare con una vasta scelta di immagini e abbinarla ad un testo a scelta.
Noi abbiamo scelto la scatola blu con disegno neutro e scritta gialla, perchè per prima la userà Sara ma poi passerà anche a suo fratello Teo.

I piccoli fratelli G.

Se ti è piaciuto il mio articolo “LUNCHBOX: il cibo al sicuro per i bimbi!”. Se ti sembra divertente o utile, condividilo con i tuoi amici!!
Commentalo, scrivimi la tua esperienza o cosa ti aspetti.
A presto da #lettoaquattropiazze

 

 

Commenti

commenta